Geoportale in Comune Città Metropolitana di Venezia 2017

Il progetto, svolto nell’annualità 2017, ha voluto riproporre nella Città Metropolitana di Venezia (44 Comuni) la sperimentazione delle attività di censimento, catalogazione e condivisione dei dati territoriali nel Geoportale Nazionale svolte nel 2016 sull’Area Metropolitana di Roma. Nel progetto riferito alla Città Metropolitana di Venezia è stato seguito un nuovo approccio metodologico e all’integrazione di alcune linee d’intervento, ritenute necessarie, per superare alcune criticità riscontrate durante la fase sperimentale del 2016.

Nello specifico, si e' voluto misurare lo stato di recepimento delle normative vigenti in termini di livello di standardizzazione, al fine di facilitare le attività di governo del territorio mediante lo strumento Geoportale Nazionale e garantire l’accessibilità dell’informazione in maniera diretta e trasparente per consentire a tutti di conoscere, condividere ed interagire senza limitazioni o barriere fisiche e tecnologiche come prescrive il D.Lgs. 32/2010, che ha recepito la Direttiva europea Inspire (2007/2/EC del 14 marzo 2007).

In tale contesto, la Città Metropolitana di Venezia, nell’ambito del “Sistema Informativo Territoriale Metropolitano” (SITM), ha messo a disposizione quanto prodotto negli anni, in termini di dati territoriali e ambientali, sottoscrivendo un Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Ambiente per la definizione di strumenti e metodologie atte a semplificare l’interoperabilità delle banche dati ambientali e territoriali tra Pubblica Amministrazione Centrale e Locale. Nel rispetto di quanto pattuito nel Protocollo d’Intesa e nell’ottica di garantire l’avvio di un percorso di collaborazione per l’interscambio dei dati territoriali tra i vari livelli di governo per l’interoperabilità tra le PA locali ed il Geoportale Nazionale, il progetto ha messo a disposizione della Città Metropolitana una piattaforma di catalogazione e gestione dati geografici. La piattaforma, collegata direttamente con il SITM, ha permesso l’interoperabilità con il Geoportale Nazionale. In questo modo è stato possibile garantire, nel rispetto della Direttiva europea INSPIRE per cui i dati devono essere raccolti e conservati dove sono prodotti, che la Città Metropolitana adottasse un catalogo in grado di federare altri cataloghi metadati ed essere a sua volta federato, in una logica di geocatalogo “diffuso” in cui ogni soggetto è pienamente responsabile dei propri dati e metadati.

Al progetto hanno partecipato formalmente circa il 70% dei Comuni. I dati catalogati sono visibili, e costantemente aggiornati, sul Geoportale Nazionale accessibile al link http://www.pcn.minambiente.it/geoportal/catalog/main/home.page 

 
 
 
Username
Password
Hai dimenticato la password? Contatta l'assistenza